Via S. Quintino, 6 - 10121 Torino   + 39 011 53 36 56   info@mauropasetto.it
shopping-bag Carrello (0)
Oggetti: 0
Totale: 0.00 
Vedi carrello Cassa

BLOG

Interventi di riparazione e restauro

Pasha de Cartier: una collezione da Pascià

A ispirare la collezione Pasha de Cartier è il Pascià di Marrakec: El Glaoui.

Pasha de Cartier, punta di diamante nella produzione di orologi della Maison, vanta un passato piuttosto ricco, grazie soprattutto al prestigioso commitente, sembra infatti che il Pascià El Glaouli già negli anni trenta si rivolse personalmente alla Boutique di Rue de la Paix a Parigi chiedendo un modello impermeabile. Il sistema che venne idealizzato dalla manodopera Cartier, era già stato applicato a un modello Tank, rivisitato per essere maggiormente efficiente, sul quale furono effettuate alcune prove di resistenza, come l’immersione in un contenitore pieno d’acqua, lo testimoniano alcune foto d’epoca. Il Pascià El Glaoui ebbe così il suo Tank speciale.

Particolare della cassa con il sistema a doppia corona

Pasha de Cartier

Nel 1943, durante la seconda guerra mondiale, la Maison torna a occuparsi di orologi impermeabili, ispirandosi ai modelli militari del precedente conflitto. Il segnatempo è caratterizzato da una cassa rotonda, levigata, massiccia, che vuole richiamare l’importanza del prestigioso committente di Marrakech. Nasce così Pasha de Cartier, un modello che presenta alcune note peculiarità tecniche come la cassa in oro, la griglia che protegge il quadrante e la capsula copri corona fissata alla cassa tramite una piccola catenella.

I primi modelli presentavano una griglia di protezione a raggiera e apertura circolare centrale, nel Pasha de Cartier il vetro è protetto da piccole sbarre perpendicolari. In seguito questa caratteristica verrà eliminata e sostituita da un vetro infrangibile. La corona con protezione avviata invece rimarrà in voga per parecchio tempo. La Marina Militare americana e quella sovietica, useranno il modello fino agli anni cinquanta.

La nuova rinascita del Pasha de Cartier la troviamo nel 1985, in una collezione rinnovata e carica di successo, che desterà grande curiosità specie tra il pubblico femminile.

Il Cartier Pasha presente nel laboratorio presenta un bellissimo quadrante in madreperla che dona sfumature differenti a seconda dell’angolazione.

Pasha de Cartier

Il calibro 2824, è simile per molti aspetti al 2892, si presenta a carica automatica, entra in commercio nel 1971 e deriva da un progetto Eterna 1429.

Vi sono le funzioni ore, minuti, secondi. La data e a rimessa rapida, è dotato di 25 rubini rubini con diametro di 25,60 mm (11 linee e 1/2), lo spessore è di 4,60 mm, alternanze 28.800 a/h (4hz), l’angolo d’scillazione è di 50 gradi. Dotato di regolazione Etachron con vite micrometrica, inoltre ha una riserva di carica 38h. Il sitema di Antiurto Incabloc protegge il bilanciere dagli urti.

Pasha de Cartier

Pasha de Cartier

Tratto da Della Rocca Gioielli